L'allenamento di tipo cardiovascolare dovrebbe rientrare in qualsiasi routine di allenamento. Anche chi predilige l'esercizio con i pesi, infatti, dovrebbe dedicare una o due giornate a settimana a corsa, camminata, bicicletta o qualsiasi altra attività che elevi la frequenza cardiaca e la mantenga elevata per un periodo di tempo più o meno lungo.

Il principio base dell'allenamento cardio è proprio l'aumento della frequenza cardiaca. Anche il cuore, infatti, è un muscolo, e in quanto tale necessita di essere allenato regolarmente. Durante una seduta di allenamento di tipo aerobico, il cuore si contrae e si rilassa ad una velocità maggiore rispetto al normale, migliorando il livello di condizionamento. In altre parole: il cuore viene addestrato per pompare il sangue in modo molto più efficiente.

L'allenamento cardiovascolare è utile non solo a potenziare il sistema cardiocircolatorio e respiratorio, ma anche a migliorare il benessere psicofisico.

Vediamo adesso nel dettaglio i suoi principali benefici.

Migliora la salute del cuore: come già accennato, anche il muscolo cardiaco, così come tutti gli altri muscoli del corpo, ha bisogno di essere allenato con una certa regolarità. Durante una seduta di cardio, la frequenza cardiaca aumenta: ciò significa che il cuore inizia a contrarsi e a rilassarsi ad una velocità maggiore rispetto al normale migliorando il suo livello di condizionamento. Di conseguenza, si avrà una riduzione della frequenza cardiaca nello svolgimento delle attività quotidiane. Inoltre, durante un allenamento cardio, il cuore migliora la sua capacità di assorbire più sangue con ogni contrazione necessaria, migliorando dunque la sua efficacia.

Migliora la circolazione: durante l'allenamento cardio, aumenta il ritmo con il quale il sangue viene trasportato da e verso i muscoli. I tessuti muscolari riceveranno quindi ossigeno e sostanze nutritive più velocemente.

Aiuta a creare deficit calorico: un falso mito è quello che sostiene che l'attività cardiovascolare fa dimagrire. Il segreto del dimagrimento è uno e uno solo: il deficit calorico (valore numerico espresso in kcal ottenuto dalla differenza tra l’energia in entrata - alimenti - e quella in uscita - metabolismo basale, attività ed esercizio fisico…).
Senza questo, nessuna dieta può funzionare, e se le calorie bruciate attraverso l'esercizio fisico vengono prontamente reintegrate, non perderai neanche un chilo di grasso.
E' giusto invece asserire che l'attvità cardiovascolare (ma più in generale qualunque tipo di attività fisica) può contribuire in maniera indiretta al dimagrimento aiutando a bruciare calorie in maniera relativamente rapida, e quindi a creare deficit calorico.

Riduce lo stress: dopo l'allenamento cardiovascolare si prova una sensazione di benessere ed euforia che porta alla riduzione di ansia, stress e arrabbiature. Ciò avviene in conseguenza al rilascio di endorfine, sostanze chimiche prodotte dal cervello e dotate di una potente attività analgesica.

Possiamo quindi affermare che l'allenamento cardio apporta notevoli benefici non soltanto dal punto di vista meramente fisico, ma anche sul piano mentale e psicologico. Molte persone, ad esempio, scelgono la corsa o la bicicletta per puro piacere, per una sensazione di evasione e spensieratezza.

Ovviamente, non esiste benessere psico-fisico senza un'alimentazione sana ed equilibrata ed un'integrazione adeguata che aiuti a colmare le carenze di sostanze essenziali per il corretto funzionamento dell'organsimo. Non trascurare nessuno di questi tre elementi: è la loro combinazionea garantirti un reale stato di salute e benessere!