Weider Italia sarà tra i partner del Chianti Ultra Trail 2023, evento di running in programma dal 24 al 26 marzo 2023 con partenza e arrivo a Radda in Chianti.

Il percorso si snoda in tutto il territorio del Chianti storico e congiunge i due territori del Chianti Fiorentino e del Chianti Senese mostrandone tutte le caratteristiche: dalle dolci colline affollate di vigneti e oliveti ai sentieri boschivi che si arrampicano sul Monte San Michele, fino a 900m di altitudine.

I prodotti Weider saranno inseriti nei pacchi gara e nostro personale sarà presente all’Expo che si terrà nei tre giorni da venerdì 24 a domenica 26 marzo.

“Siamo entusiasti di far parte della squadra dei partner di un evento dal grande valore sportivo, aggregativo e culturale – commenta Marco Bettazzi, Sales & Marketing Manager di Weider Italia -. Grazie ad una ricchissima gamma di prodotti dedicati agli sport di endurance siamo certi di poter coprire ogni esigenza di integrazione dei partecipanti”.

“Siamo felicissimi che Weider entri a far parte della nostra famiglia - è il commento di Matteo Matteuzzi, organizzatore dell'evento -. Parliamo di un'azienda di primaria importanza nel settore della nutrizione e dell'integrazione sportiva, e siamo convinti che sia una valore aggiunto per per la nostra organizzazione e per chi parteciperà al nostro evento”.

I percorsi saranno 5:

  • UTCC 100 km, 4000m+
  • CUT 73 km, 2800m+
  • CMT 42 km, 1400m+
  • CHT 20 km, 800m+
  • CWR 15 km 500m+ Walk & Run (non competitiva per chi vuole scoprire il territorio camminando o correndo)

Confermata anche la Chianti Walk & Taste, la passeggiata eno-gastronomica guidata di 8km tra Pievi e Castelli che prevede 3 soste con degustazione di prodotti tipici e vini della zona direttamente nelle Cantine.

Per iscrizioni: www.chiantiultratrail.com/iscrizioni/

Radda in Chianti: 4000 anni di storia

Il borgo medievale di Radda in Chianti ha origini antichissime: i primi insediamenti risalgono all'epoca degli Etruschi (2000 a.c.) nel vicino Poggio alla Croce, spostati poi sulla collina dove oggi sorge il paese. Nei secoli il borgo è stato oggetto di diatribe tra Siena e Firenze e uno dei più famosi personaggi del tempo, Francesco Ferrucci, è rimasto l'emblema di questa località.

E' da sempre capoluogo del Chianti Storico e, da quando esiste, capoluogo del Chianti Classico, che nel 2016 ha spento le 300 candeline.